Consegna del “Premio Gallesio” a Paolo Pejrone

Auditorium – Dibattiti e Incontri

La Festa dell’Inquietudine dedica un Premio ad un Italiano Illustre, Giorgio Gallesio, eminente scienziato inquieto, nato nel Borgo in cui la Festa si svolge. Si rende, così, onore alla grandezza di un Uomo poliedrico, autore della Pomona italiana, citato per i suoi studi da Charles Darwin, apprezzato per le sue doti politiche dal Prefetto napoleonico Gilbert Chabrol de Volvic, onorato per le sue opere dall’Accademia dei Georgofili.
Il premio è stato assegnato a Paolo Pejrone, architetto che ha progettato parchi e giardini in tutto il mondo, per l’eccellenza della sua attività professionale, l’amore per le piante, i giardini e gli orti e l’impegno nella tutela e difesa del paesaggio.


Paolo Pejrone, (1941) si è laureato in architettura al Politecnico di Torino, ha collaborato con il paesaggista inglese Russel Page. Ha realizzato parchi e giardini in tutto il mondo per importanti committenti come la famiglia Agnelli, i Rothschild, l’Aga Khan Karim, Valentino, i principi Borghese e molti altri. Ha diretto il restauro dell’orto della Basilica romana di Santa Croce in Gerusalemme e l’orto di Eliogabalo. E’ scrittore di successo, le sue opere sono pubblicate da Mondadori-Electa, Einaudi e Feltrinelli. Ricopre importanti ruoli in varie associazioni per la tutela e la protezione del paesaggio come FAI, l’Accademia Piemontese del Giardino, l’International Dendrology Society e l’Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio.
Articoli Correlati
stefano-bartezzaghi