DIALOGO SULLE FUGHE NOSTRE E ALTRUI

Auditorium – Incontri e Dibattiti

Relatori: Ernesto Ferrero, Paola Mastrocola, Luca Ricolfi, Carla Sacchi Ferrero
Contrappunti musicali: Dario Caruso e Maurizio Ganora

Una filologa con la passione della cucina, del giardino e di canzoni d’autore, uno scrittore e critico letterario direttore del più importante evento editoriale italiano; un’insegnante autrice di romanzi poesie e saggi, un sociologo e politologo editorialista di influenti media. Amici da sempre, coppie nella vita. Osservatori attenti delle moderne fughe, ne praticano alcune perché da veri inquieti sono sempre disponibili a partire, come viaggiatori culturali, per destinazioni culturali insolite. Una chitarra e un pianoforte commenteranno il loro dialogo con interventi musicali pertinenti e impertinenti.


Ernesto Ferreronato a Torino ha lavorato in Einaudi, poi in Boringhieri, Garzanti, Mondadori, quindi di nuovo in Einaudi come direttore editoriale. Dal 1998 è direttore del Salone Intern. del libro di Torino. Tra i suoi libri, i romanzi N. (Premio Strega 2000), La misteriosa storia del papiro di Artemidoro, Disegnare il vento (Einaudi), il monologo teatrale Elisa (Sellerio); i libri di memorie “einaudiane” I migliori anni della nostra vita (Feltrinelli) e Rhêmes o della felicità (Liaison); Album Calvino, con L. Baranelli (Oscar Mondadori) e Primo Levi (Einaudi). il saggio Lezioni napoleoniche (Nuova ed 2014 Oscar Mondadori). Storia di Quirina, di una talpa e di un orto di montagna (Einaudi 2014), illustrazioni di Paola Mastrocola, è il suo ultimo libro


Carla Sacchi Ferrero, laureata in filologia all’Università di Pavia con Dante Isella, ha lavorato nella casa editrice Einaudi con varie responsabilità redazionali, tra cui la collana per ragazzi e “Tantibambini”. Come editor ha curato diversi libri di autori italiani, il Carteggio Montale-Einaudi per “ Le Occasioni” e l’epistolario di Italo Calvino. Oggi lavora nel campo della comunicazione editoriale e dirige una collana di cucina per la casa editrice Blu Edizioni. Vive a Torino sulle sponde del Po, nella casa che fu di Emilio Salgari. La cucina e il giardino sono le sue grandi passioni


Paola Mastrocola è nata e vive a Torino dove tuttora insegna in un liceo scientifico. Ha esordito con il romanzo La gallina volante (Guanda 2000), vincitore del Premio Calvino. Finalista al Premio Strega nel 2001 con Palline di pane e vincitrice del Premio Campiello nel 2004 con Una barca nel bosco, ha poi pubblicato, tra gli altri, La scuola raccontata al mio cane (2004), Che animale sei? (2005), Più lontana della luna (2007), La felicità del galleggiante (2010), Togliamo il disturbo. Saggio sulla libertà di non studiare (2011). Non so niente di te è il suo ultimo romanzo (Einaudi 2013).


Luca Ricolfi, sociologo, insegna Analisi dei dati all’università di Torino. Editorialista della «Stampa», autore di più di 100 pubblicazioni sui grandi temi della contemporaneità. Tra i suoi libri ricordiamo: Perché siamo antipatici. (Longanesi 2005),Tempo scaduto. Il “Contratto con gli italiani” alla prova dei fatti (Il Mulino 2006), L’arte del non governo (Longanesi 2007),Dossier Italia (Il Mulino 2006), Il sacco del nord. (Guerini 2010), La Repubblica delle tasse. (Rizzoli 2011). Da Mondadori ha pubblicato: Illusioni italiche. La sfida. Come destra e sinistra possono governare l’Italia (Feltrinelli 2013), L’enigma della crescita. Alla scoperta dell’equazione che governa il nostro futuro (Mondadori 2014).


Dario B. Caruso, chitarrista, compositore e didatta. L’impegno di diffusione della cultura musicale si concretizza nel tessuto intellettuale della sua città attraverso il Circolo degli Inquieti – di cui è socio fondatore e attuale presidente – e Il Manipolo della Musica con la Scuola Etica di Chitarra Classica. (www.dariobcaruso.com).


Maurizio Ganora diplomato in Pianoforte sotto la guida di W. Ferrato, svolge intensa attività didattica e concertistica in Italia e all’estero spaziando tra repertori classici e leggeri in veste di solista, in duo pianistico e in formazioni da camera. Tra il 2012 e il 2013 ha eseguito al sintetizzatore gli arrangiamenti per voce solista, piccola orchestra e coro nello spettacolo Lo chiamavano Mimì (omaggio a Modugno) prodotto da Associazione Artistica Musicale Ligure. Come docente ha avviato e gestito dal 2002 al 2011 la Scuola Comunale di Musica “T. Nicolini” in Albissola; collabora con le associazioni Il Manipolo della Musica e Carla Walter Ferrato di Savona
Articoli Correlati
Festa Inquietudine