LA FUGA DALLE PAROLE ovvero: del (pericoloso) vaniloquio quotidiano.

Giardini Gallesio – InquietaMente Psicologia

Aperitivo psicologico a cura di S.P.I.A. (Sentieri di Psicologia Integrata e Applicata) con il Prof. Marco Dotti

L’aperitivo si propone di indagare come e quando, ma soprattutto perché, le parole hanno iniziato a perdere di significato, divenendo chiacchiericcio indistinto e pericoloso. La fuga dalle parole è un fenomeno che chiama in causa l’appiattimento culturale, il disconoscimento dei confini e il disconoscimento della realtà. In questo aperitivo ospiteremo il prof. Marco Dotti.


Marco Dotti, (Savona, 1978)è docente di Professioni dell’Editoria al corso di laurea in Comunicazione (Cim/Cpm) dell’Università di Pavia. Fa parte del gruppo di direzione del mensile Communitas e della redazione di Vita. Tra le ultime pubblicazioni “Slot City” (Round Robin, 2013), “Il calcolo dei dadi. Azzardo e vita quotidiana” (ObarraO, 2013) e curato “No slot. Anatomia dell’azzardo di massa” (Feltrinelli Zoom, 2013). Scrive o ha scritto per Il Manifesto, Alias, Lettera Internazionale, L’Indice


S.P.I.A. è un’associazione nata dal desiderio delle tre socie fondatrici (Nella Mazzoni, Paola Maritan, Silvia Taliente) di integrare diverse professionalità per esplorare i temi grandi e piccoli dell’attualità: due psicologhe psicoterapeute e un’esperta di comunicazione, accomunate da una lunga carriera professionale ancora ricca di passione ed interesse per l’ambito sociale, i temi etici, le risposte innovative a bisogni che la complessità dell’attuale momento storico fatica a registrare.
Articoli Correlati
logo-tema-inquieti